UCRAINA. UNO SCOMODO TESTIMONE

Giorgio Bianchi, fotoreporter, giornalista e documentarista è stato bloccato la mattina del primo maggio all’aeroporto di Kiev. Per il Governo ucraino è persona non gradita. E per cinque anni non potrà fare ritorno in Ucraina dove si stava recando per un documentario sul Donbass. Giorgio e la sua fotocamera hanno visto molte cose come , ad esempio ciò che è successo davvero a Maidan. Cose che lui ci rivela in questa intervista esclusiva dove non nasconde nulla, neppure le sconvolgenti immagini che ha scattato. È facile allora capire perché Giorgio, in Ucraina, sia persona non gradita. È solo un altro modo per definire un testimone scomodo.

SCARICA il Brano con una piccola donazione di 1,99

ISCRIZIONE NEWSLETTER RIMANETE AGGIORNATI

Scritto da /

Lascia un Commento

Your email address will not be published.

Start typing and press Enter to search

18.988.441-ACCESSI AL SITO