L’Aria Che Tira 29/09/2021 Claudio Giorlandino:“La terza dose del vaccino non serve”Myrta Merlino sconvolta”

Il Dottor Giorlandino ha spiegato perché, “secondo gli studi di letteratura scientifica in corso di pubblicazione”, i vaccini utilizzati in questo momento in Occidente non servono più a combattere il Covid.

“Io sono a favore dei vaccini, ma sposo perfettamente ciò che ha detto il Ministero della Salute israeliano, ovvero che in questo momento non serve più vaccinare. In Israele infatti hanno avviato la campagna per la terza dose perché non sapevano più cosa fare, ma non perché fosse realmente utile”. Dottor Claudio Giorlandino, direttore sanitario dell’Istituto Altamedica di Roma, intervenuto questa mattina durante il programma L’Aria che Tira, in onda su La7. Le dichiarazioni hanno mandato nel panico Alessandro Cecchi Paone e generato dibattito in studio con Gianluigi Paragone perché il medico è tra gli esperti italiani più autorevoli sul tema del Covid-19, in quanto ha guidato negli scorsi mesi una revisione di circa 50 studi sull’immunità indotta dall’infezione da Sars-Cov-2 pubblicata sulla rivista Virus Disease. “La terza dose aumenta la quantità di anticorpi, è innegabile, ma solamente contro un virus che non c’è più – afferma il Dottor Giorlandino – . I vaccini utilizzati in questo momento in Occidente sono tarati per ‘eccitare’ gli anticorpi contro la proteina Spike, ovvero è una proteina che adesso è mutata completamente”. Per il medico questi vaccini sarebbero meno efficaci di quelli tradizionali, “usati ad esempio in Cina o in India, sono efficaci contro tutte le proteine. Vaccinarsi è giusto, ci mancherebbe altro, ma sta circolando un virus che con questo vaccino battiamo poco. Stanno per essere pubblicati studi di letteratura scientifica che lo confermano, questi vaccini qualcosetta fanno ma non garantiscono niente”. Le dichiarazioni hanno fatto sgranare gli occhi alla giornalista Myrta Merlino, tanto che anche Cecchi Paone è sobbalzato dalla sedia chiedendo: “ma allora cos’è che ha svuotato gli ospedali, le terapie intensive, portato alle riaperture se non i vaccini? Altro che deboli e insufficienti”. Giorlandino risponde secco: “non confondiamo la gente, non ho detto che i vaccini non sono stati utili, ho detto che adesso non funzionano più e lo dice la lettura internazionale, questi agiscono sulla proteina Spike che adesso è mutata. Questi vaccini hanno salvato il mondo, nessuno lo nega, ma vanno aggiornati. Adesso è necessario creare dei farmaci che permettano di non infettare. Abbiamo visto tutti cosa è accaduto in Israele, loro avevano sconfitto il virus, poi lo hanno perso di mano appena hanno sturato i tamponi rapidi che sono attendibili al 20%”.

fonte stretoweb

Scritto da /

Lascia un Commento

Your email address will not be published.

Start typing and press Enter to search

19.007.018-ACCESSI AL SITO -