“INTERVISTA ESCLUSIVA” NO CANONE RAI. LE SCELTE DI ROBERTO NUZZO.

di Anna Mirabile

Ogni cittadino si deve riprendere la sua piazza e i suoi diritti sacri e inviolabili. Condivide appieno questi principi il Maresciallo Roberto Nuzzo:‘’Il green pass- dichiara- è il prodromo di una deriva totalitaria che si fonda su gravi violazioni istituzionali di cui l’intera classe politica e i media si sono macchiati. Le scene di giornalisti aggrediti alle manifestazioni sono intollerabili, ma la rabbia dei cittadini verso chi ha nascosto la verità, la voglio rappresentare in modo civile’’. Roberto Nuzzo, garante e fondatore della ‘Federazione della Terza Repubblica’ si sfoga e ci racconta in esclusiva quale soluzione lui abbia adottato per protestare contro certa televisione. Il celebre Sottufficiale ha un asso nella manica.

Come ha iniziato a liberarsi da un senso di oppressione?

‘’ Per un’ un’ecologia delle emozioni dovevo liberarmi delle falsità della tv – ci spiega-.’’ In mano ha la ricevuta di una raccomandata con la quale ha disdetto il canone RAI dell’abbonamento alla tv di Stato”.

La legge glielo permette e ,pertanto, rinunciando al piccolo schermo, ha espresso il fastidio per una comunicazione disonesta che si è tramutata in asservimento, propaganda e cattiva informazione .


Roberto Nuzzo come mai ha preso una decisione così drastica?


‘’Prima non avvertivo la manipolazione delle notizie che ora sta toccando vette inaccettabili. Ho avvertito l’urgenza di dimostrare la mia indignazione. Così, utilizzando il format che l’ Agenzia delle Entrate mette a disposizione degli utenti, ho dato la mia disdetta per esprimere il mio dissenso nei confronti di un servizio pubblico che ha tradito i telespettatori. Per contestare l’atteggiamento dei media, ho buttato il mio televisore. Io non pago la disinformazione pubblica, anzi la combatto’.

Qualcuno ritiene che per manifestare contro il green pass sia necessario esibire il green pass…

‘’Farebbe quasi sorridere, se non fosse un concetto agghiacciante. Le stanno pensando tutte per imbavagliare le proteste. Idranti, lacrimogeni e manganellate su manifestanti pacifici. Sit in in statici e non più cortei, le periferie e non più il centro storico e ora anche il green pass? All’ aperto poi. Spero sia una delle tante provocazioni destinate a cadere nel vuoto. I politici fingono di non notare la sfiducia espressa dagli elettori con l’astensione alle amministrative, indicativa del giudizio che nutrono verso l’attuale classe dirigente. Quando questi signori onorevoli si sveglieranno, non potranno più recuperare. Le manifestazioni cresceranno a dismisura e quando saremo milioni, anche le forze antisommossa dovranno arrendersi. Il popolo ha la sovranità, un elemento da non sottovalutare’’.

Non le sembra che il mondo sia impazzito?

‘’Il mondo si sta separando. Questi sieri stanno facendo affiorare il peggio delle persone. Chi ha fatto la puntura è preso in un vortice di negatività. Ma noi aiutiamo tutti, soprattutto coloro a cui il consenso sia stato estorto. Molti cittadini hanno ceduto al ricatto in buonafede. Chi poi è dalla nostra parte della barricata fonda la propria vita sul concetto di sostegno al prossimo, tolleranza, libertà e solidarietà.’’

Le forze dell’ordine sono schierate con il governo?

‘’Una parte della polizia è schierata con i cittadini. Ci sarà un giorno in cui il governo sarà accerchiato. I politici dovranno scendere dalle poltrone e andarsene. Il popolo li caccerà’’.

Le forme di repressione degli ultimi mesi la spaventano?

‘’Quando la maggioranza del popolo starà contro di loro, non potranno fare più nulla. Consideri che le conseguenze economiche provocate dalla pandemia saranno presto tangibili. I cittadini dovranno riorganizzarsi per ricostruire la Nazione dalle macerie del governo liberticida e dagli strascichi dell’infame green pass. La Federazione li supporterà in una ricerca pratica e valoriale che porterà alla luce le vere priorità dell’ Italia. Dovrà nascere una nuova Nazione.’’

Scritto da /

Giornalista professionista, conduttrice e autrice Rai. Ha scritto e prodotto la serie tv teen, Dalia de las Hadas, andata in onda in Italia sulle reti Mediaset e venduta in America e in Messico, Gruppo Fox.

2 Comments

  • antonella leonardi
    6 mesi ago Reply

    GRANDE STIMA!!!IO SONO CON LEI!!

  • Cristina
    5 mesi ago Reply

    Grande , noi come famiglia stiamo facendo di tutto per andare avanti. Siamo con lei e spero in un miracolo! L’unica cosa per il fatto di non pagare il canone bisogna eliminare del tutto la TV e gli schermi del computer ? Comunque non guardiamo più notizie apparte byoblu e canale 83.

Lascia un Commento

Your email address will not be published.

Start typing and press Enter to search

18.234.252-ACCESSI AL SITO