Giorgia Meloni sommerge di critiche il governo Draghi: ennesimo controsenso sul Covid, non c’è strategia

Fonte il tempo

Le prime voci sulle misure che prenderà la cabina di regia convocata per il prossimo 23 dicembre hanno fatto andare su di giri Giorgia Meloni. Fonti di governo hanno fatto sapere che allo studio c’è l’idea di estendere l’obbligo vaccinale per altre categorie a contatto con il pubblico e soprattutto la voglia di introdurre un tampone obbligatorio, anche per i vaccinati, per la partecipazione agli eventi affollati. Si prepara quindi una stretta su cinema, stadi, teatri e discoteche, un qualcosa che scatena l’ira della Meloni: “Apprendiamo dalla stampa l’ennesima giravolta del ‘governo dei migliori’. Dopo averci detto che i tamponi erano inutili, pare che l’esecutivo stia studiando una norma per renderli necessari per partecipare a feste ed eventi pubblici. Non è la prima volta che la maggioranza contraddice se stessa, dimostrando di procedere a tentoni e di non avere in mente una reale strategia per affrontare il Covid”. 

“Fratelli d’Italia – ricorda la Meloni con un post su Facebook – che al contrario ha sempre considerato i test uno strumento valido per il contrasto della pandemia, ha da tempo chiesto che questi fossero gratuiti. E se è vero che sui tamponi il governo ha cambiato di nuovo idea, ribadiamo la nostra richiesta. Se sono utili, allora siano anche gratis per tutti i cittadini”.

ISCRIZIONE NEWSLETTER RIMANETE AGGIORNATI

Scritto da /

Lascia un Commento

Your email address will not be published.

Start typing and press Enter to search

18.988.441-ACCESSI AL SITO